I fili d'argento della Tessitura del Sogno sono alimentati dall'immaginazione e dall'Ispirazione. essi formano i sentieri che ci conducono senza pericolo, al cuore delle invisibili meraviglie che sono onnipresenti nella vita fisica......


BERTA BROKEN BOW

Cerca nel blog

Lettori fissi

Un mondo incantato

Un mondo incantato
Un grazie a tutti per i commenti che lasciate....mi fanno veramente felice!

sabato 22 maggio 2010

Borsa fatata dei sogni per la bellezza

Se poi anche a voi piace sognare........

Questa borsa di bellezza vi conferirà la naturale bellezza delle Fate dei Fiori mentre dormite....
Vi serviranno
*una terrina
1/2 tazza di lavanda
1/4 di tazza di camomilla
1/2 tazza di petali di rosa
1/4 di tazza di verbena
*una borsa bianca richiudibile con una cordicella


Innanzitutto mettele la lavanda, la camomilla, i petali di rosa e la verbena in una terrina,  mescolando quindi le erbe con le dita della vostra mano di potere (quella che usate per scrivere per intenderci).
Mentre lo fate recitate per tre volte:

"Fate dei Fiori, vivete
i poteri magici fate ora fiorire
conferitemi la vostra bellezza
mentre sogno, così possa essere"

A questo punto riponete la borsina nel vostro cuscino e mentre dolcemente scivolate nel sonno ripetete a voi stesse:

"Fate dei Fiori, conferitemi la vostra bellezza mentre sogno"

Mentre dormite il movimento della vostra testa farà sminuzzare e mescolare le erbe, rilasciando i loro poteri magici...........
Al mattino scrivete tutto ciò che ricordate dei vostri sogni, e tenete la borsina di bellezza nel cuscino per i 28 giorni che seguono e continuate a trascrivere tutto ciò che ricordate dei vostri sogni.....usate le vostre annotazioni per prendere potere e sognarvi più belli!!!!!

(Magia delle Fate di Sirona Knight della Elfi Edizioni)

Buona serata fatine!
Berkana

Esfoliante per il corpo


E' arrivata la primavera, almeno sulla carta, perchè da noi si stà notando solamente da un paio di giorni...in ogni caso in previsione della bella stagione, volevo darvi un esfoliante per il corpo facilissimo da fare, molto efficace e che lascia la pelle veramente morbida e liscia......

In una ciotola mettete 4 cucchiai di farina di ceci, a cui aggiungerete 2 cucchiai di miele e 2 cucchiaini di sale fino, amalgamate il tutto aggiungendo lentamente dell'acqua di rose, fino a che non otterrete una "pappetta" non troppo liquida.
Si usa sotto la doccia al posto del bagnoschiuma, lascia la pelle detersa, morbida e profumata...a questo proposito se volete potete aggiungere qualche goccia del vostro olio essenziale preferito.
Per terminare l'operazione invece della solita crema corpo, usate un'olio di jojoba a cui avrete aggiunto ancora qualche goccia di olio essenziale....vi assicuro la pelle è come quella di un bambino!

Ovviamente non fatelo tutti i giorni, due volte a settimana è più che sufficiente!
Un abbraccio










Crema alla vaniglia

Oggi è davvero una bellissima giornata, piena di luce, profumi e soleggiata......le rose stanno sbocciando e nell'aria si sente il loro profumo......
Ti rendi conto veramente di quanto sia meravigliosa la natura in tutto il suo splendore......
E mi è venuta voglia di una profumatissima crema alla vaniglia

Ingredienti
1/2 litro di latte di riso
1 pizzico di sale
1/2 stecca di vaniglia
2 cucchiai di amido di mais
2-3 cucchiai di zucchero grezzo di canna

Versate il latte in un pentolino, salatelo leggermente, aggiungetevi la vaniglia tagliata a pezzi e lasciatelo sul fuoco, portandolo a bollore e tenendolo mescolato di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
Nel frattempo stemperate in una casseruola l'amido di mais e lo zucchero con un po' d'acqua fredda.
Versate il latte sul composto, mescolate per bene con un cucchiaio di legno o una frusta e riportate a bollore.
Dopo 2 minuti togliete dal fuoco, versate in coppette e servite la crema tiepida o fredda.
Al posto della zucchero, potete usare eventualmente del miele....


Buon appetito!
Berkana

martedì 18 maggio 2010

Gingerbread


E ovviamente dopo una ricettina di biscotti così carini e buoni, non ho saputo resistere e mi sono messa sotto con ago e filo, e crocetta dopo crocetta sono nati tre piccoli biscottini allo zenzero davvero carini.....
Sono contenta del risultato soprattutto perchè sono riuscita a confezionare il mio primo cuscino e a rifinirlo con il nastro arricciato....per me è stata davvero una conquista.....visto che nell'assemblaggio sono piuttosto negata!!!!!





Mi spiace solo che la qualità delle foto non sia delle migliori.....purtroppo mi devo arrangiare con il telefonino.....niente macchina digitale.....mannaggia!
Buona serata ricamine e a presto....ho in serbo una tovaglietta ricamata con teiere, piattini e tazzine molto Pink Princess!
Bacini
Berkana

Biscotti e non solo

Allora in questi tempi di 730......quanto odio farli.....sono riuscita comunque a combinare qualcosetta...
Vi do questa ricettina per dei biscotti non proprio primaverili, come dice la mitica Arghi, non è mai troppo presto per pensare al Natale!

Difficoltà: media
Tempo di lavorazione: 50 minuti + 8 ore di riposo
Cottura: 15 minuti circa

Ingredienti:
350 gr di farina
180 gr di zucchero
180 gr di burro
1 uovo
1 dl di sciroppo di acero
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 arancia non trattata
1/2 dl panna da montare
1 cucchiaino di bicarbonato

Per la glassa reale:
1 albume
200 gr di zucchero a velo
2-3 gocce di succo di limone
confettini colorati e argentati

Questi profumati biscotti natalizi, tipici dell'Europa del Nord, profumeranno la vostra casa in occasione delle feste.
In una terrina montate il burro con lo zucchero, lo sciroppo d'acero, lo zenzero e la scorza di arancia grattugiata (io per risolvere il problema più facilmente uso alcune gocce di olio essenziale di arancio dolce).
Unite la panna leggermente montata, poi il bicarbonato sciolto in qualche cucchiaio d'acqua.
Aggiungete quindi l'uovo, poi la farina, poca alla volta, e impastate delicatamente fino ad ottenere una pasta liscia.
Coprite la terrina con un panno e lasciate in frigo per una notte.
Prelevate la pasta dal frigo un po' alla volta, stendetela con il mattarello a uno spessore di 1-2 cm e ritagliatevi dei biscotti con formine sagomate (alberelli di Natlae, puppazzetti, stelle e cosi via).
Disponete i biscottini su una placca ricoperta di carta da forno e cuocete in forno preriscaldato a 180° C per 10-15 minuti.
Una volta sfornati potete decorarli con confettini argentati e glassa (magari colorata con coloranti alimentari)

Non mi dimentico ovviamente di lasciarvi la ricetta per la Glassa reale:
in una ciotola servendovi di un cucchiaio di legno, unite 200 gr di zucchero a velo, 1 albume e 2-3 gocce di succo di limone, mescolando abbastanza a lungo da ottenere un composto, sodo, liscio e omogeneo che potete usare per decorare i vostri dolci, versandolo e spalmandolo direttamente  aiutandovi con una spatola piatta o un coltello.....

Quindi Buon appetito!!!!!! Lo so che è una ricetta un po' lunga, ma ne vale la pena
Baci
Berkana

Dimenticavo la ricetta è stata presa da " Il libro dei Biscotti della Giunti-Demetra"

lunedì 10 maggio 2010

Torta di pane

Con il tempo che fa, si può ancora pensare a qualche dolcetto ipercalorico.....si tratta di una ricetta della Carnia, una zona della mia regione, ed è nata per riutilizzare gli avanzi di pane......in effetti al contrario di oggi giorno una volta non si buttava via niente.
Bene entriamo nel vivo...

Ingredienti

300 gr di pane raffermo
mezzo litro di latte
200 gr di zucchero
4 uova
200 gr di uvetta (che se non piace può essere sostituita con dei canditi o gocce di cioccolato)
120 gr di burro
20 gr di pane grattuggiato
aroma per dolci

Ammorbidite il pane nel latte
fate rinvenire l'uvetta
montate a crema le uova con lo zucchero e l'aroma per dolci.....io uso quello all'arancia o al limone
spapolate il pane
unite le uova sbattute con lo zucchero, l'uvetta e 100 gr di zucchero
Lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo, dopodichp imburrare una tortiera, spolverizzatela con il pane grattuggiato e versate il composto
Cuocete a 180°-200° per circa 1 oretta
Alla fine fate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo


Buon appetito..... e alla prossima

mercoledì 5 maggio 2010

Ciambella marmorizzata

In questi giorni di pioggia, stando forzatamente a casa, anche perchè la mia piccolina era ammalata, mi sono dedicata nuovamente a sfornare dolci e dolcetti.....

Vi lascio questa ricetta facile e gustosa da preparare

Impasto
300 gr di farina 00
300 gr di zucchero semolato
20 gr di cacao amaro
300 gr di burro
5 uova
1 bicchiere di latte
qualche goccia di olio essenziale di limone
1 bustina di zucchero vanigliato
1 bustina di lievito in polvere
sale
e zucchero a velo per decorare

In una ciotola lavorate con un cucchiaio di legno il burro ammorbidito fino ad ottenere una crema morbida

Aggiungete lentamente lo zucchero semolato e quello vanigliato, montando con una frusta a mano

Unite i tuorli uno alla volta amalgamandoli uniformemente con un cucchiaio di legno o una spatola

Incorporate al composto due cucchiai di farina, l'olio essenziale di limone, e il latte

In un'altra terrina montate a neve ben ferma con le fruste elettriche gli albumi e un pizzico di sale

Versate i 3/4 del composto in uno stampo da forno antiaderente a forma di cambiella leggermente imburrato

Incorporate all'impasto rimasto il cacao setacciandolo e amalgamate mescolando con un cucchiaio di legno

Versate l'impasto al cacao sopra quello chiaro formando delle macchie scure debitamente distanziate

Cuocete in forno preriscaldato a 180° gradi per 55 minuti e prima di servire spolverizzate con zucchero a velo

E' semplice da preparare, buono ed è adatto anche per la merenda dei bimbi...

Vi aggiungo una foto presa da Internet così vi fate un'idea del dolce

http://www.rezeptteufel.de/assets/images/kuchen/marmorkuchen.jpg
Buon appetito

domenica 2 maggio 2010

Omelette dell'Imperatore

In questa  domenica piovosa mi è venuta voglia di provare una nuova ricetta......
Di provenienza viennese è una frittata dolce sminuzzata e si serve con composta di mele o confettura di ribes....

Ingredienti per 4 persone:

impasto:
200 gr di farina "00"
100 gr di uvetta passa
400 ml di latte
8 uova
7 cucchiai di rum
6 cucchiai di zucchero a velo
2 bustine di zucchero vanigliato
sale

per cuocere:
120 gr di burro
100 gr di mandorle a scaglie

per decorare:
zucchero a velo

1)  lavate l'uvetta sotto acqua corrente, sgocciolatela in un colino a trama fine e asciugate delicatamente con carta assorbente
2)  mettete l'uvetta in una ciotola piccola ad ammorbidire con il rum per almeno 15 minuti
3) separate i tuorli dagli albumi e montateli con una frusta elettrica a neve fermissima aggiungendo due cucchiai di zucchero a velo e un pizzico di sale
4)  in un'altra ciotola montate con una frusta a mano i tuorli con lo zucchero rimasto e lo zucchero vanigliato
5) unite al composto cremoso la farina, il latte e l'uvetta ben strizzata amalgamate per qualche minuto con un cucchiaio
6) aggiungete all'impasto ottenuto gli albumi montati a neve mescolando con un cucchiaio di legno
7) in una padella antiaderente scaldate ilburro, versate l'impasto e fatelo dorare a fiamma media
8) spezzetate l'omelette con una forchetta, unite il burro a pezzettini, le mandorle a scaglie e cuocete fino a doratura....
e Buon Appetito

Se volete vedere il risultato finale cliccate qui:
http://www.buttalapasta.it/wp-galleryo/kaiserschmarrn/kaiserschmarrn.jpg

la ricetta invece è tratta da Il Diario della Cuoca
Dolci tradizionali viennesi

Buona serata

Biscornu

Mi sono sempre piaciuti i biscornu che ho visto sui vostri blog, ma non essendo una maga dell'assemblamento non mi sono mai azzardata a provare a farne uno...poi ho visto un tutor su Casa Cenina e allora mi sono messa d'impegno...è il primo e non è venuto malaccio....solo un po' troppo grande....ma così almeno fa da supporto a tre simpatici coniglietti......
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il tempo che passa

Madame Chantilly

Madame Chantilly
Un mondo incantato di ricami

Recent Visitors

Creativepoppy

Creativepoppy
un altro negozio virtuale dalle idee carine

The Primitive Hare

Mi potete trovare

Shabby Primitive Blog

I miei tesori

I miei tesori